Presentazione del libro “Ecoansia, i cambiamenti climatici tra attivismo e paura”

Presentazione del libro “Ecoansia, i cambiamenti climatici tra attivismo e paura”

È possibile avvertire un senso di vero sgomento, consapevoli dei disastrosi effetti che anche le più semplici azioni quotidiane stanno avendo sul futuro del pianeta e su quello delle generazioni che verranno. I cambiamenti climatici sono già associati a un aumento dei tassi di stress post-traumaticoansia e depressione: un circolo vizioso che non farà che peggiorare con il manifestarsi di impatti climatici sempre più evidenti. Ne parleremo con l’autore, lo psicoterapeuta Matteo Innocenti.

Prendere coscienza della propria «ecoansia» è tuttavia il primo passo per modificare radicalmente il proprio modo di vivere, così da trovare la consapevolezza di essere parte integrante del sistema ecologico, ad esempio attraverso la biofilia, cioè la ricerca attiva di armonia nell’interazione individuale e collettiva con la natura.

Ecoansia, dopo aver descritto le principali conseguenze psicologiche del cambiamento climatico, passa in rassegna le strategie che si potrebbero utilizzare per ridurne gli effetti sulla vita e la salute delle persone, sia quelle direttamente esposte a drastici mutamenti ambientali sia quelle che soffrono a causa dell’esposizione mediatica a essi.

Gli impatti del cambiamento climatico sulla salute mentale
Il primo passo per aiutare le società a adattarsi e prepararsi in modo efficace è la consapevolezza. Sottolineando gli impatti del cambiamento climatico sulla salute mentale, questo volume ci aiuta a mettere in guardia le persone da una minaccia psicosociale e attirare maggiore attenzione su questa tematica. Non sappiamo ancora quanta gente vedrà compromessa la propria salute mentale a causa del cambiamento climatico, e come aiutarla al meglio. Tuttavia, condividendo le informazioni tramite questo libro possiamo promuovere un’importante analisi sulle strategie per migliorare l’assistenza globale alla salute mentale davanti alla sfida posta dal cambiamento climatico.

Dove: Auditorium Casa dell’ambiente

Quando: sabato 8 ottobre ore 10

No Comments

Post A Comment