Plogging, lo sport che fa bene al corpo e all’ambiente

Plogging, lo sport che fa bene al corpo e all’ambiente

La mattinata di sabato 9 ottobre è dedicata al plogging, che si terrà nell’ambito della Walking Francigena Ultramarathon  organizzata dagli assessorati al turismo dei Comuni di Acquapendente e di Siena, e dal Gruppo Trekking Senese. Sienambiente, in collaborazione con Sei Toscana, promuove e propone a tutti i partecipanti di dare una mano all’ambiente raccogliendo  piccoli rifiuti trovati lungo il cammino. Per farlo, ai camminatori verrà fornito un piccolo sacchetto  per i materiali raccolti, che potranno essere conferiti in appositi contenitori disposti lungo il tragitto, e un paio di guanti.

L’abbandono dei rifiuti ha un effetto negativo sulla qualità della vita, ma soprattutto ha un impatto negativo sull’ambiente. Infatti, l’abbandono indisciplinato di rifiuti, rappresenta un grave danno ambientale e porta a gravi conseguenze per gli ecosistemi.

La pratica del plogging nasce in Svezia nel 2017, grazie a Erik Ahlström. Questo termine deriva dall’unione del  termine svedese plocka upp, che significa raccogliere, e jogging. In pratica si corre o cammina all’aperto raccogliendo nel frattempo i rifiuti abbandonati che si incontrano lungo il percorso. Il plogging quindi non è solo correre e raccogliere rifiuti, ma è anche sensibilizzare e porre l’attenzione sulla problematica dell’abbandono indisciplinato di rifiuti e sull’impatto che questa condotta ha sull’ambiente e sulle vite umane.

Quando: sabato 8 ottobre, ore 9:00

Dove: Piazza del Campo

No Comments

Post A Comment